La struttura

Un nuovo-antico rifugio nel cuore delle Valli Valdesi del Piemonte, alle porte del Vallone degli Invincibili

In origine

Vista del tetto

Il rifugio nasce dalla ristrutturazione di un antico "fourest" del 1866.

In Val Pellice vengono così chiamate le abitazioni temporanee, poste generalmente a metà strada tra il fondovalle e l'alpeggio, utilizzate dai pastori, e dalle loro greggi, nei mesi primaverili, prima di salire più in quota, e nei mesi autunnali sulla via del ritorno a valle.

Oggi

Lavori di ristrutturazione

Nella ristrutturazione abbiamo cercato di conservare la tipologia architettonica pre-esistente, dove la pietra e il legno sono predominanti.

La stufa

Abbiamo poi prestato molta attenzione nella scelta delle fonti di energia: il sole ci regala l'elettricità per l'illuminazione ed alcuni piccoli elettrodomestici; il legname raccolto sul posto ci garantisce riscaldamento, acqua calda e... torte fragranti! una piccola sorgente poco distante ci fornisce l'acqua necessaria.

Per tutti i lavori ci siamo avvalsi di manodopera locale (ValPellice) e, per nostra scelta, non abbiamo utilizzato fondi pubblici.

La struttura

Veduta panoramica dalla terrazza

Oggi, a lavori ultimati, disponiamo di 10 posti letto divisi in due camere da 4 e 6 persone; di una sala da pranzo che può accogliere una ventina di ospiti e di un'ampia terrazza panoramica esposta al sole, oltre, naturalmente, wc e doccia.

Perchè venire da noi?

Il rifugio dal basso

Al rifugio degli Invincibili non si va soltanto a mangiare e dormire, ma soprattutto a praticare gli sport di montagna, da soli o accompagnati da professionisti: guide alpine e accompagnatori naturalistici.

Il rifugio si trova proprio ai piedi di una bella parete rocciosa alta una ventina di metri, dove anche un principiante può arrampicare senza problemi grazie alla chiodatura molto ravvicinata.

Il rifugio dal basso

Il rifugio degli Invincibili è anche campo base ideale per gli altri siti di arrampicata della zona, nonchè punto di partenza per escursioni nel Vallone degli Invincibii e tappa obbligata dei "Grands tours" delle Valli Valdesi: a piedi, in mountain bike, con gli sci o con le racchette da neve.